Windows

Sebbene Docker sia nato per per la gestione di container Linux, anche microsoft ha deciso di mettere a disposizione degli sviluppatori una tecnologia che permetta di lavorare in un ambiente simile. Stiamo parlando di: “Windows Container“.

Purtroppo è una tecnologia nuova e, nel momento in cui scrivo, solo Windows 10 (Professional o Enterprise a 64 bit) e Windows Server 2016 supportano nativamente questa funzionalità. Per maggiori dettagli e una lista aggiornata delle versioni, vi rimando a questo link.

Nel caso non abbiate a disposizione una di queste versioni di Windows, esiste un’alternativa.

Per le altre versioni di Windows, è possibile utilizzare una Toolbox che predispone l’ambiente su una macchina virtuale creata ad-hoc su VirtualBox. Ne consegue che verrà chiesto di installare l’ambiente di virtualizzazione “Virtual Box” che appesantirà l’esecuzione e brucerà delle risorse, ma per lo sviluppo va benissimo ed è anche gratuito.

Mac

Per quanto riguarda macOs, il supporto ai container non è nativo.

In questo caso è possibile scaricare Docker for Mac che fornisce un pacchetto completo che esegue, anche in questo caso, i container in una macchina virtuale Linux.


Prosegui su: Facciamo Chiarezza

Immagine: Albero foto creata da freepik – it.freepik.com